sabato 28 gennaio 2012

Sotto i fumi dell'anima

Sabato notte,  dovrei  essere completamente sbronzo, quantomeno brillo. Le migliori idee le ho sempre avute sotto l'effetto di qualcosa che bruciasse i miei neuroni in modo da liberare le sinapsi e renderle schegge impazzite che viaggiano a folle velocità sui binari della ragione.  Lessi tempo fa un'interessante teoria secondo la quale le cellule ad essere bruciate dalle droghe, sono quelle "peggiori", più lente e quindi superflue. Ció veniva spiegato tramite questa parabola :  " un branco di bufali, viaggia con costanza, dosando le energie per arrivare al prossimo ristoro.A un tratto delle presenze iniziano a farsi sentire alle spalle del branco, tutto intorno si fa un polverone... I lupi portano un agguato... La mandria si disperde come puó, nulla potendo contro l enorme mobilità dei sagaci canidi. I più lenti vengono facilmente fatti vittima del massacro e il resto della mandria si ricongiunge poco più avanti, proseguendo il cammino stavolta a passo più spedito, non dovendo aspettare i lenti del gruppo arrivando così prima del tramonto a destinazione ".  Tale aneddoto viene portato ad esempio di come sacrificare gli anelli di una catena renda la stessa più forte. Lo stesso avviene nel cervello. Le cellule più lente sono inutili e quindi sono le prime ad essere colpite. Ho sempre avuto un rapporto controverso con i vizi. Per prendere quello del fumo, c'ho impiegato oltre un mese... Accendevo e spegnevo ma quel saporaccio in bocca rimaneva e la voglia di fumare... Spariva. Solo dopo un paio di settimane sono arrivato a fumarne una decina in un giorno e dopo un mese al pacchetto.. Mi sentivo un re.. Avevo dimostrato che anch'io so essere cretino. L'alcool? Non mi mandava fuori di testa facilmente, ho sempre odiato perdere il controllo delle mie azioni, ma nonostante tutto un paio di volte o tre ci sono riuscito, anche se alcolista non lo sono mai stato, ma il fegato di un 15enne proprio non ce l'ho...  Ho smesso di bere, per volontà della mia fidanzata,  me l'ha chiesto ed io ho accettato volentieri, se non altro, avró un jolly da giocarmi in futuro, o perchè mi illudo di essere una persona migliore così facendo. È domenica mattina ormai, dovrei avere nausee e mal di testa,  ma stavolta sono sobrio,forse è per questo che ragiono male....

2 commenti:

  1. non ti chiederà un po' troppo sta bionda???

    RispondiElimina
  2. Ciao Riflessivo, come fai a sapere che la mia fidanzata è bionda?

    RispondiElimina